schermafbeelding_2021...

Chi siamo 

Siamo Cutius Gaxas, un'azienda a conduzione familiare composta da nostro padre, Jordi Gaxas, che ha 75 anni, mio fratello Xavier, di 47 anni e io, Jordi, di 49 anni. Io e mio fratello siamo la prima generazione della famiglia a dedicarci al 100% alla produzione di piante ornamentali. All'epoca di mio nonno si coltivavano verdure e mio padre, anziché passare dagli ortaggi ai fiori recisi, ha optato per le piante in vaso. Le nostre piante in vaso sono sempre state commercializzate tramite @Corma, la Cooperativa di piante ornamentali Maresme di Barcellona.

Con una superficie di tre ettari e mezzo, il vivaio si trova tra i comuni di Premià de Dalt e Vilassar de Mar. Coltiviamo principalmente piante da fiore: Osteospermum, Pelargonio e Felicia. Inoltre, offriamo piante da fiore estive (Pentas Platycodon e Crossandra), Poinsettia per Natale e negli ultimi tre anni abbiamo prodotto anche piante succulente e piante verdi.

Perché hai deciso di entrare a far parte dell’impresa di famiglia?

La casa di famiglia è sempre stata all’interno dell’azienda stessa. Abbiamo sempre vissuto qui, quindi, siamo sempre stati circondati da tutto ciò. All'inizio, quando eravamo bambini, mio nonno coltivava pomodori, patate, lattuga, in altri termini, tutte verdure. In seguito, siamo passati al settore delle piante ornamentali, in cui siamo stati coinvolti fin da quando eravamo bambini, crescendo a fianco dell'azienda. Per noi, l'attività fa parte del nostro stile di vita.

Nutriamo una grande passione verso questo mercato. Vedere tutto il processo, dalle talee che crescono, al trapianto, alla crescita della pianta fino al risultato ultimo e ottenere un buon prodotto che soddisfi il cliente finale è molto gratificante, ci si sente orgogliosi del proprio lavoro a livello personale.

schermafbeelding_2021-04-28_om_09.56.08.jpg (copy)

Qual è stata la prima cosa che hai cambiato? Perché?

Quando io e mio fratello abbiamo rilevato l'azienda, per noi era chiarissimo che tutto il lavoro era molto fisico e che dovevamo iniziare a meccanizzarlo.

Per prima cosa abbiamo iniziato a modernizzare il sistema di irrigazione. Questo è stato essenziale per ridurre le ore di lavoro e garantire un maggiore controllo della coltivazione. Così abbiamo cominciato a implementare sistemi automatici di irrigazione e piantatrici, poi macchine per la movientazione delle piante interna all’azienda. Inoltre, abbiamo continuato a modernizzare, per essere più efficienti e realizzare un prodotto migliore con meno sforzo.. 

schermafbeelding_2021-04-28_om_09.56.08.jpg (copy1)

Quale consiglio daresti a chi sta valutando la possibilità di unirsi o rilevare l’impresa di famiglia?

Direi loro che, se decidono di entrare in un'impresa di famiglia nel settore ornamentale, devono farlo con entusiasmo e passione, senza considerare solo il lato economico, per così dire. Oltre ai potenziali vantaggi economici, a chi si affaccia a questo settore direi di ricordarsi che si sta lavorando con esseri viventi e che si contribuisce ad aumentare il verde e la natura in un mondo che purtroppo oggi li bistratta. Dal punto di vista economico, se le cose vengono fatte con entusiasmo e dedizione, con una buona visione aziendale, alla fine il tutto sarà fattibile e avrà successo.

schermafbeelding_2021-04-28_om_09.56.08.jpg (copy1)

Cosa ha in serbo il futuro?

Il nostro sogno è che la gente diventi ancora più amante delle piante in casa, dato che, alla fin fine, esse rappresentano un modo di portare in casa un tocco di natura. Questo significa, ovviamente, che potremo produrre sempre più piante, con i conseguenti rendimenti economici, essenziali per la crescita continua e il mantenimento dell’attività di famiglia. 

Sappiamo che un mondo più verde influenza i valori delle persone. L’augurio è che la gente rallenti un po', che non verta tutto sulla crescita tecnologica e che possiamo vivere in ambienti più naturali di quelli attuali. 

In futuro, dovremo poi affrontare sfide quali la ricerca di nuove varietà e la creazione di nuove collezioni. Abbiamo iniziato principalmente con piante da fiore e ora abbiamo una collezione intera di piante verdi e succulente che fanno parte del marchio @Crasascollection che ha il suo account Instagram e ci auguriamo diventi una linea di piante da crescere in casa. Piante verdi, piante succulente, che richiedono poche cure e poca acqua, decorative, belle e più sostenibili. La speranza -e allo stesso tempo la sfida- è che questo progetto abbia successo e che riusciamo a riempire le case di tutti di piante, portando un po’ di verde nelle vite di tanta gente.

naar_boven.jpg (copy)
fill_1_copy_2.png (copy) foto7 (copy)
".jpg (copy4)
kruis-zwart.png (copy2)

Generazioni: Il padre Jordi (al centro) e i figli Jordi (a sinistra) e Xavier Gaxas (destra)

Vivaio: Cultius Gaxas

Ottenere un buon prodotto che soddisfi il cliente finale è molto gratificante. 

foto7 (copy)
".jpg (copy4)
fill_1_copy_2.png (copy)

Chi siamo 

Siamo Cutius Gaxas, un'azienda a conduzione familiare composta da nostro padre, Jordi Gaxas, che ha 75 anni, mio fratello Xavier, di 47 anni e io, Jordi, di 49 anni. Io e mio fratello siamo la prima generazione della famiglia a dedicarci al 100% alla produzione di piante ornamentali. All'epoca di mio nonno si coltivavano verdure e mio padre, anziché passare dagli ortaggi ai fiori recisi, ha optato per le piante in vaso. Le nostre piante in vaso sono sempre state commercializzate tramite @Corma, la Cooperativa di piante ornamentali Maresme di Barcellona.

Con una superficie di tre ettari e mezzo, il vivaio si trova tra i comuni di Premià de Dalt e Vilassar de Mar. Coltiviamo principalmente piante da fiore: Osteospermum, Pelargonio e Felicia. Inoltre, offriamo piante da fiore estive (Pentas Platycodon e Crossandra), Poinsettia per Natale e negli ultimi tre anni abbiamo prodotto anche piante succulente e piante verdi.

schermafbeelding_2021...

Perché hai deciso di entrare a far parte dell’impresa di famiglia?

La casa di famiglia è sempre stata all’interno dell’azienda stessa. Abbiamo sempre vissuto qui, quindi, siamo sempre stati circondati da tutto ciò. All'inizio, quando eravamo bambini, mio nonno coltivava pomodori, patate, lattuga, in altri termini, tutte verdure. In seguito, siamo passati al settore delle piante ornamentali, in cui siamo stati coinvolti fin da quando eravamo bambini, crescendo a fianco dell'azienda. Per noi, l'attività fa parte del nostro stile di vita.

Nutriamo una grande passione verso questo mercato. Vedere tutto il processo, dalle talee che crescono, al trapianto, alla crescita della pianta fino al risultato ultimo e ottenere un buon prodotto che soddisfi il cliente finale è molto gratificante, ci si sente orgogliosi del proprio lavoro a livello personale.

schermafbeelding_2021-04-28_om_09.56.08.jpg (copy)

Qual è stata la prima cosa che hai cambiato? Perché?

Quando io e mio fratello abbiamo rilevato l'azienda, per noi era chiarissimo che tutto il lavoro era molto fisico e che dovevamo iniziare a meccanizzarlo.

Per prima cosa abbiamo iniziato a modernizzare il sistema di irrigazione. Questo è stato essenziale per ridurre le ore di lavoro e garantire un maggiore controllo della coltivazione. Così abbiamo cominciato a implementare sistemi automatici di irrigazione e piantatrici, poi macchine per la movientazione delle piante interna all’azienda. Inoltre, abbiamo continuato a modernizzare, per essere più efficienti e realizzare un prodotto migliore con meno sforzo.. 

schermafbeelding_2021-04-28_om_09.56.08.jpg (copy1)

Quale consiglio daresti a chi sta valutando la possibilità di unirsi o rilevare l’impresa di famiglia?

Direi loro che, se decidono di entrare in un'impresa di famiglia nel settore ornamentale, devono farlo con entusiasmo e passione, senza considerare solo il lato economico, per così dire. Oltre ai potenziali vantaggi economici, a chi si affaccia a questo settore direi di ricordarsi che si sta lavorando con esseri viventi e che si contribuisce ad aumentare il verde e la natura in un mondo che purtroppo oggi li bistratta. Dal punto di vista economico, se le cose vengono fatte con entusiasmo e dedizione, con una buona visione aziendale, alla fine il tutto sarà fattibile e avrà successo.

schermafbeelding_2021-04-28_om_09.56.08.jpg (copy1)

Cosa ha in serbo il futuro?

Il nostro sogno è che la gente diventi ancora più amante delle piante in casa, dato che, alla fin fine, esse rappresentano un modo di portare in casa un tocco di natura. Questo significa, ovviamente, che potremo produrre sempre più piante, con i conseguenti rendimenti economici, essenziali per la crescita continua e il mantenimento dell’attività di famiglia. 

Sappiamo che un mondo più verde influenza i valori delle persone. L’augurio è che la gente rallenti un po', che non verta tutto sulla crescita tecnologica e che possiamo vivere in ambienti più naturali di quelli attuali. 

In futuro, dovremo poi affrontare sfide quali la ricerca di nuove varietà e la creazione di nuove collezioni. Abbiamo iniziato principalmente con piante da fiore e ora abbiamo una collezione intera di piante verdi e succulente che fanno parte del marchio @Crasascollection che ha il suo account Instagram e ci auguriamo diventi una linea di piante da crescere in casa. Piante verdi, piante succulente, che richiedono poche cure e poca acqua, decorative, belle e più sostenibili. La speranza -e allo stesso tempo la sfida- è che questo progetto abbia successo e che riusciamo a riempire le case di tutti di piante, portando un po’ di verde nelle vite di tanta gente.

naar_boven.jpg (copy)
naar_boven.jpg (copy2)

Ottenere un buon prodotto che soddisfi il cliente finale è molto gratificante. 

Vivaio: Cultius Gaxas

Generazioni: Il padre Jordi (al centro) e i figli Jordi (a sinistra) e Xavier Gaxas (destra)

The Green Times

Nella rivista The Green Times ICL ti mostra i retroscena del florovivaismo ornamentale. Nuovi sviluppi, approfondimenti e storie d’effetto di produttori professionisti per i colleghi di tutto il mondo.
A schermo intero